L’ ASD Olimpus Roma tiene il ritmo fino al 3-2, poi il Fuorigrotta allunga. Al PalaCercola finisce 6-2

74467459_2410037045878840_2511288723958661120_n

L’Olimpus Roma dimostra di avere carattere da vendere e priva del capitano, Federico Di Eugenio, di Daniele Ducci e Simone Achilli, disputa un’ottima partita contro una formazione, il Futsal Fuorigrotta, allestita per occupare le prime posizioni della classifica. La compagine di Riccardo Budoni, assenze a parte, resta in partita fino a 8′ dalla fine.

Al PalaCercola finisce 6-2 per il Fuorigrotta, al termine di una partita che per larghi tratti è stata giocata in equilibrio.
“È stato un incontro intenso, duro, con due squadre che dal 1′ al 40’ si sono affrontate a viso aperto e ne è uscita fuori una bella partita. Sapevamo di avere davanti una corazzata ed anche una delle squadre più attrezzate dell’intera A2. Siamo stati in partita fino a 5’ dalla fine, facendo il nostro gioco senza paura, costringendoli a giocare una grande gara per portare a casa i tre punti”. Con queste parole Mario Pompa parla della gara. A fine primo tempo tutto sembrava ancora possibile e così è rimasto, fino al 3-2. “Abbiamo continuato a spingere sull’acceleratore riuscendo per 3 o 4 minuti effettivi a chiuderli nella loro metà campo, trovando un paio di conclusioni molto pericolose salvate da altrettanti grandi parate. A questo punto però, su una ripartenza gestita in maniera egregia ed effettuata con grande intensità e precisione, come tutta la loro partita del resto, abbiamo subito il 4-2 che ci ha un po’ tagliato le gambe. Siamo comunque rimasti in partita fino all’ultima azione e il 6-2 finale non ci rende totalmente merito”. I padroni di casa, come sottolinea Pompa, sono stati bravi a sfruttare i pochi spazi concessi dall’Olimpus: “In partite del genere sono gli episodi a fare la differenza, basta fare un piccolo errore e questi giocatori ti puniscono. Il Fuorigrotta è stato bravissimo a sfruttare i nostri, capitalizzando al massimo. Sono queste, secondo me, le partite dalle quali prendere spunto per migliorare; più in alto si vuole arrivare e più bisogna limare gli errori ed imparare a sfruttare quelli altrui. Faccio i complimenti ai nostri avversari e ai miei compagni, sicuro che da lunedì ricominceremo a lavorare ancora più duramente per portare a casa i tre punti nel match di sabato prossimo”. Partita che l’Olimpus Roma giocherà in casa contro il Buldog Lucrezia.

Be the first to comment on "L’ ASD Olimpus Roma tiene il ritmo fino al 3-2, poi il Fuorigrotta allunga. Al PalaCercola finisce 6-2"

Leave a comment