L’Olimpus cade al PalaToLive: finisce 7-4 per l’Aniene, decisiva una svista a 40” dal termine

caropresocaropreso

L’Olimpus Roma tiene testa al Virtus Aniene 3Z fino alla fine del match. Va sotto di due reti, poi risale la china e supera l’avversario. Ad incidere sul match una svista: il direttore di gara non ravvisa il fallo di mano di Sanna a 40” dal termine e la partita – sostanzialmente in equilibrio – piega a favore della formazione di casa. A segno per l’Olimpus Federico Di Eugenio (doppietta), Renan e Andrea Pizzoli. Il tutto considerando le assenze di Alessio Di Eugenio e Douglas.

La partita. A riassumere il match a freddo è mister Caropreso: “La partita è stata bella, a buon ritmo, giocata bene da entrambe le squadre in campo. Siamo andati sotto, c’è stata una reazione bellissima dei ragazzi sul 3-1, reazione che ci ha portati ad andare in vantaggio (3-4). Abbiamo fatto un errore in fase difensiva che ci è costato il pari. Da quel momento loro sono cresciuti, abbiamo provato a recuperarla col portiere di movimento ma poi, sul 5-4 per loro, un episodio arbitrale ha cambiato la partita: a 40” dalla fine ci stava la seconda ammonizione per Sanna e il conseguente tiro libero per noi. Il direttore di gara non ha visto il fallo e li la gara è sostanzialmente finita”. Poi, prosegue: “Sappiamo che sarà un’annata dura, contro squadre forti come questa. Ce la siamo giocata ad armi pari fino a quell’episodio. Purtroppo proprio gli episodi, in partite equilibrate, spostano le sorti di un incontro. Nella passata stagione abbiamo avuto diversi episodi e non abbiamo mai parlato. Siamo alla prima giornata, speriamo non accada più”.

Certezze. Da dove riparte l’Olimpus? “I ragazzi ormai giocano a memoria, la certezza è questa. Il lavoro fatto l’anno scorso, vedere ragazzi del 2000 e 2001 che affrontano la gara con grande personalità. Abbiamo perso qualche certezza in fase difensiva che dobbiamo ritrovare”. Poi, andando sui singoli, una parola sulla vecchia guardia: “Di Eugenio? So cosa da e cosa darà per l’intera stagione. E’ una certezza in ogni sabato, non stava benissimo, come un po’ tutti gli altri. Le certezze sono tutti i ragazzi dell’anno scorso e lo hanno ribadito anche oggi, tutta la loro qualità”. Sabato prossimo fari puntati sul PalaOlgiata, campo nel quale si affronteranno la formazione blues e la Tombesi: “E’ passata la prima, il campionato sarà tutto duro. Da lunedì ci prepareremo per la seconda, che sarà contro una squadra molto forte. Il calendario ci ha dato gli scontri con le formazioni le più forti ad inizio stagione”, conclude Caropreso.

Be the first to comment on "L’Olimpus cade al PalaToLive: finisce 7-4 per l’Aniene, decisiva una svista a 40” dal termine"

Leave a comment