Olimpus fermata dal Buldog Lucrezia. I blues dominano ma subiscono la doppietta di Severi

74319499_2415739421975269_634656837609717760_o

La partita e il risultato che non ti aspetti. E’ stato questo, con ogni probabilità, il pensiero di tutti in casa Olimpus Roma al termine del confronto con il Buldog Lucrezia. La formazione blues, pur padrona del campo e del gioco, non è riuscita ad avere la meglio sulla formazione giallonera che, anzi, è uscita dal PalaOlgiata con tre punti in tasca in virtù della vittoria per 0-2 maturata al termine dei 40′. La compagine di Budoni, pur orfana di Federico Di Eugenio e Simone Achilli, non è riuscita a fare male all’avversario, né a concretizzare la mole di gioco prodotta. Il risultato, purtroppo, è una sconfitta per la formazione romana.


La partita è pressoché a senso unico, con l’Olimpus padrona del campo e il Buldog chiuso nella propria metà campo a difendersi. A 7’57” la partita si sblocca: lancio nello spazio, Ducci esce per anticipare Severi, arriva primo sul pallone ma non riesce ad allontanarlo, Severi lo rifà suo e calcia in porta la palla dello 0-1. Ci provano Palfreeman e Luca Pizzoli ma la palla sembra non voler entrare. Dopo due minuti, l’Olimpus si fa infilare in contropiede; Napoletano triangola con Severi mandandolo in porta, il giocatore calcia sulla traversa e arriva per primo sulla ribattuta calciando nuovamente, stavolta a rete (0-2).

L’Olimpus ce lamette tutta per riacciuffare l’avversario ma non riesce neppure quando al 14′ Palfreeman taglia il campo e da sinistra serve al centro un dimenticato Cittadini, l’argentino non direziona la palla nello specchio della porta. Nella ripresa il canovaccio del match non cambia. Dopo un’azione del Buldog con Ducci che si oppone prima a Buric e Duvancic, l’Olimpus torna padrona del campo e macina gioco su gioco senza mai riuscire a passare. Ci provano con costanza Cittadini e Alessio di Eugenio nei primi cinque minuti, con almeno un paio di spunti ciascuno, ci prova per due volte Luca Pizzoli e, a seguire, fanno lo steso Palfreeman e Davila. A 4’55” l’Olimpus schiera il portiere di movimento ma neppure questa tattica consente alla formazione romana di “bucare” la porta avversaria.


Settimana prossima ci sarà lo scontro esterno in casa della Roma. Un appuntamento da non sbagliare!

Be the first to comment on "Olimpus fermata dal Buldog Lucrezia. I blues dominano ma subiscono la doppietta di Severi"

Leave a comment